home storia dell'Iridologia l'Istituto Rudy Lanza la scuola i corsi le date la bibliografia dove siamo iridogallery news articoli  
 

La scuola di Iridologia Olistica del Dr. Rudy Lanza interpreta l’iride come mappa delle predisposizioni di terreno costituzionale e delle espressioni psicosomatiche ed emozionali. L'Iridologia Olistica, secondo la tradizione naturopatica in cui si colloca, utilizza metodi di trattamento integrati che considerano insieme alimentazione, nutrizione, tecniche energetiche e corporee, integrazione di componenti fito-nutrizionali, ecc.

L'Iridologia Olistica, benché non costituisca un metodo diagnostico, è una pratica naturopatica che, attraverso la lettura morfologica e cromatica dell'iride permette di conoscere la condizione psico-fisica, di riconoscere la sede e l'origine degli squilibri e di individuare a quale costituzione e sottocostituzione appartiene la persona osservata, indipendentemente dalla presenza o meno di una patologia in atto. Dall'analisi iridea, secondo un'ottica naturopatica-emozionale-organicista, l'operatore iridologo è in grado di formulare un' ipotesi sulla capacità di riequilibrio funzionale del soggetto affinché lo stesso possa mettere in atto le proprie capacità di auto-recupero fisiologico.
 

Cos'è l'Iridologia Olistica

non è un metodo diagnostico ma di analisi, ovvero svolge una ricerca del terreno costituzionale e dello stato energetico del soggetto. Non essendo un metodo diagnostico non può essere un atto medico.

è legato al recupero funzionale della persona affinchè egli possa mettere in atto le proprie capacità  di riequilibrio. Viene valutato il livello tossinico degli organi emuntori: non solo si valuta la presenza ma anche la qualità  del carico tossinico.

è un metodo causalista, ovvero ricerca la causa primaria di uno squilibrio.

ha carattere predittivo: a seguito dell'individuazione dei punti deboli dell'individuo, magari non ancora manifestatisi, si ricorrerà  alla fito-nutriceutica, all'alimentazione ortomolecolare e alle varie tecniche naturopatiche al fine di evitare la manifestazione delle debolezze riscontrate.